Vela, successo per la Rotta della Fratellanza

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Si è conclusa con piena soddisfazione dei partecipanti la Rotta della Fratellanza, manifestazione
organizzata dal Circolo della Vela e dalla Pro Loco di Marciana Marina nata con lo spirito di
collegare i velisti con il territorio facendo loro rivivere ciò che accadeva un tempo sull’isola
principale dell’Arcipelago Toscano e seguendo la filosofia “Navighiamo insieme, stiamo insieme”.

La manifestazione

Una veleggiata di tre giorni, dal 25 al 28 aprile scorsi, caratterizzati da clima mite e vendi leggeri o
leggerissimi, partendo da Marciana Marina e facendovi ritorno dopo aver fatto tappa a Marina di
Campo e a Rio Marina: a stazza quella autocertificata con l’indicazione solo delle misure
dell’imbarcazione.
Una decina le imbarcazioni che da Marciana Marina hanno preso il largo per dirigersi in primo
giorno verso Marina di Campo – circa 23 miglia – e girando l’isola in senso antiorario: dapprima,
fino all’altezza di Chiessi le imbarcazioni potevano contare su un maestralino termico (la partenza
era stata segnalata alle ore 9.00) dopo di che si distendeva un veto debole da scirocco che portava
le imbarcazioni fino alla diga foranea del porto di Marina di Campo dove la sera tutti si riunivano
a cena presso il ristorante Kontiki.

La seconda giornata

La seconda giornata, sempre alle nove di mattina, la flotta ripartiva alla volta di Rio Marina – circa
18 miglia – dove da subito poteva contare sullo scirocco che soffiava intorno ai 7 nodi di intensità
permettendo così un bordeggio perfetto, ma che poi dopo Punta Calamita calava completamente
fino a costringere i partecipanti a proseguire con il cosiddetto “vento di sentina”, cioè a motore fino
al porto della cittadina elbana. La sera di nuovo tutti riuniti per la cena organizzata sotto i “voltoni”
dagli amici del Centro Velico Elbano.

La terza giornata

Infine il terzo giorno l’ultima tappa di ritorno a Marciana Marina – circa 18 miglia – partita con
un vento di grecale che mano a mano andava scemando fino a scomparire del tutto: di nuovo
motore fino al golfo di Viticcio per un tuffo in mare grazie anche al clima mite, quasi estivo, e
poi il rientro in porto a Marciana Marina dove la compagnia concludeva i tre giorni della Rotta
della Fratellanza con aperitivo allo Slocum Samba Cafè e la cena nel giardino del Circolo della
Vela Marciana Marina.

I partecipanti

Fra i partecipanti ricordiamo Vittorio Lucchese Gran Commodoro dei Fratelli della Costa con la sua imbarcazione Perthamina, Vittorio Setti che con la sua Festina Lente nel 2016 fece il giro del mondo a vela, Marco Marioni con il V50 che ha letteralmente dominato su tutte la flotta, Angelo Bruni con l’altro ammiratissimo V50 Dragon e il progettista Alessandro Vismara al timone di Neverland, uno dei promotori della manifestazione con il CVMM: “E’ stata una tre giorni per mare in amicizia – ha commentato al suo rientro – molto divertente in mare e molto calorosa l’accoglienza a terra da parte degli abitanti del’isola. Un’esperienza che ripeteremo anche quest’estate”.

 

 

 

Nella foto di Chiara Benedettini da sinistra il presidente CVMM Enzo Danielli, Marco Marioni, Alessandro Vismara, Piero Canovai consigliere CVMM, Vittorio Setti, Vittorio Lucchese

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Rimani in contatto con il Network de Il Tabloid

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbe interessarti

Scelti dall'editore